L’importante è esagerare

Ringraziamo l’ospite speciale del 6 Maggio al Teatro Rossi Aperto, Piazza Carrara 22, Pisa

DARIO DANTI con Le città invisibili di Italo Calvino

Ringrazio Leonardo della Libreria tra le righe, Via Corsica 8, Pisa con Almeno l’inizio lettura tratta da “Il Deserto dei Tartari”

L’importante è esagerare

Erano settimane che cercavo di infilare e nominare un post come la canzone di Enzo Jannacci “L’importante è esagerare”, ora che l’ho fatto mi sembra di averlo già fatto mille volte… la ricerca non dà niente… mancavano finora le parole “importante” e la parola “esagerare”. Un bel problema… bisogna ESAGERARE… “sia nel bene che nel male senza mai farsi capire”… Ecco io ho voglia di farmi capire… è IMPORTANTE farsi capire…

Per questo torno ad #esperimentodeserto… Sono felice… prendo il treno a Santa Maria Novella e vado a Pisa… tutto in tempo… tutto con calma… arrivo alla Libreria tra le righe, presente come al solito Leonardo… con lui ci siamo intesi subito… “Io voglio fare una roba da squilibrato”.. e lui sembra quasi rispondermi “Quando?” E allora la facciamo questa lettura… la facciamo per strada… Voglio leggere il primo capitolo… l’ho intitolato Almeno l’inizio… comincio e ci sono le campane… Accenno al fatto che forse è il rapporto tra cultura e chiesa… ma poi alla fin fine è bello aspettare che finiscano di suonare le campane… eppoi continuo… come uno squilibrato… in tuta militare… come se fossi Giovanni Drogo… qualcuno mi sorride… sono in mezzo di strada… qualcuno mi applaude… qualcuno pensa che io sia un pazzo… e mi guarda in modo strano…

“Sì sono pazzo!”, vorrei rispondergli… “Però ho un obiettivo… il mio momento di pazzia fra 10 minuti finirà… il mio obiettivo sarà raggiunto… e voi? Voi che mi guardate strano quando la concludete questa pazzia che passa tra i negozi… la voglia di scappare… la voglia di cambiare…” E capisco che forse per cambiare questo paese bisogna sostituire il nostro sguardo strano…

Finisco il capitolo… qualche applauso… sono emozionato… qualcuno ha preso qualche frase… degli stranieri mi guardano… cercano di capirmi… mi sorridono e se ne vanno… dopo avermi ascoltato… sono per loro incomprensibile… ma mi hanno capito…

Siamo al TRA ore 18… arriva Dario Danti… facciamo un cerchio nel foyer ed iniziamo a parlare di Italo Calvino… parliamo molto di Calvino… nato a Cuba… uno scrittore che rare volte si elegge come scrittore preferito… ma che in molti abbiamo letto… Dario cita molte città… Parliamo di molte cose… facciamo un po’ un excursus sugli argomenti Autorità e autorevolezza…. Bigottismo… Storia e la prospettiva negativa di alcune “Storie” nella Storia… Passione… Dario cita pezzi interi di Calvino.. ci mostra un catalogo di una mostra… è bello ricordare Calvino… un vero ponte tra letteratura e filosofia…

“Che città è il Rossi Aperto” chiede Melanie…

“Tutte!”

Leonardo grazie… Dario grazie…  staff del Rossi Aperto in particolare a Melanie, a Giulia, a Laura… grazie… vi ringrazio…

Venerdì, Sabato e Domenica concludiamo tutto… al RSA “Il Giglio”, Via Santa Maria a Cintoia 9/a… e chiudiamo alla grande…

9 Maggio ore 11-13 passeggiata/intervista con TOMMASO GRASSI “Da Ponte alla Vittoria al RSA” attraversando l’Isolotto… poi da dopo pranzo con FRANCESCA SARTEANESI attrice e fondatrice de “Gli Omini”, poi LIBERO poi alle 16 si cerca di far qualcosa

10 Maggio dalle ore 10.30 EROS CRUCCOLINI e l’attore MAURO BARBIERO… nel pomeriggio evento speciale con l’OPUS BALLETT che proverà negli spazi del RSA… con la regia di PHILIPPE TALARD e con l’attrice LAURA BANDELLONI poi…

11 Maggio dalle ore 13.30 con la cantante del Duo Ammatte ALESSIA ARENA e dalle 15 progetto speciale VOLUME a cura di FRANCESCA CAMPIGLI e GIOVANI SCRITTORI UNITEVI… che dire?!!?

Che spettacolo questo progetto…

Alessio Martinoli

IMG_4461 IMG_4466

IMG_4463 10312847_380698515406747_2684606126250388465_n

Annunci

La mancanza di padri

Ringraziamo gli ospiti speciali del 2 Maggio al Teatro Rossi Aperto, Piazza Carrara 22, Pisa

LAURA BANDELLONI con di Luther Blissett, Il rosso e il nero di Stendhal, Delitto e castigo di Fedor Dostoevskij, Il vagabondo delle stelle di Jack London, La luna è tramontata di John Steinbeck

CARLO GAMBARO con La storia L’isola di Arturo di Elsa Morante

La mancanza di padri

Non ce la faccio a fare la Residenza… troppe cose da fare… girare un video fra le montagne… vicino a Pietrasanta… costruire… rivedere… ricalibrare… piove ogni tanto… oggi il mondo mi ha insegnato che piove ogni tanto… eppoi fregacazzo degli orari… e di rispettarli… gli spettacoli hanno il loro tempo…

Ritorna #esperimentodeserto siamo a Pisa… ma qualche giorno fa eravamo a Monzuno, vicino a Rioveggio… a pensare a riposare… Carlo Gambaro e Laura Bandelloni compagni molto preziosi e molto attenti… molto pazienti anche… nel freddo del Rossi Aperto… costretti a filmarci con la coperta… ogni tanto rileggono i libri in un angolo… come a scuola… per sembrare preparati… per non sembrare impreparati… ma c’è un freddo da perdere la voce… con loro si inizia a parlare e  si parla di MANCANZA DI PADRI… eppoi si parla di RIVOLUZIONE… due opzioni… diventare il capo dei cattivi o lottare da fuori… contro il sistema… “L’analista sa che la famiglia è in crisi da più generazione per mancanza di padri”. Elsa Morante… una grande scrittrice… i suoi romanzi sembrano parlare della mancanza di padri… La luna è tramontata di Steinbeck ci porta a parlare dell’autorevolezza… della morte di persone autorevoli. Intellettuali vs. arroganza. Cuore vs. cervello. E ci fa piacere che almeno in un libro vinca l’intelligenza… Perchè i libri devono far sognare, mentre noi figli di una società mortuaria che celebra i morti… e noi vivi siamo solo quattro stronzi che cercano di fare qualcosa che qualcuno ha già fatto meglio di noi in ogni caso…

Poi arrivano un’insegnante e un medico… eppoi il Quinto Esperimento… al Teatro Rossi fa freddo… fa molto freddo… i piccioni… i gatti… lo staff… Silvia Paisiello tutto esaurito… e invece ci siamo noi e c’è tanto posto… sicchè Pisa ci vediamo il 6 maggio da Leonardo che è uno ganzo… alla Libreria “Tra le righe” e con l’Assessore con cui ci piacerà parlare… Un barista mi dice che non sa se è aperto o chiuso… eppoi si va da Montino…

Laura, Carlo, staff del Rossi Aperto in particolare a Melanie e a Giulia… grazie… vi ringrazio…

Io sarò alla Libreria “Tra le righe” il 6 Maggio alle 17 e al Teatro Rossi Aperto alle 18 con:

DARIO DANTI (Assessore alla cultura)

Alessio Martinoli

IMG_4435 IMG_4438 IMG_4451 IMG_4453 IMG_4454 IMG_4455

Ci rivediamo il 2 Maggio a Pisa… Arrivederci RSA…

Buonasera…

#esperimentodeserto raggiunge il suo 12esimo giorno… si ferma e attende il 2 Maggio…

Non c’ho capito nulla… urge il riassunto

IMG_4363 IMG_4398 IMG_4411 IMG_4409 IMG_4386 IMG_4392 IMG_4405 IMG_4372 IMG_4368 IMG_4336 IMG_4328 IMG_4302 IMG_4305 IMG_4309 1901332_10203815214607425_8226240951088001153_n IMG_2945 IMG_4311 platinum-residenza-il-giglio IMG_4364 IMG_4374

 

 

Giovani scrittori unitevi

Definito l’evento speciale del 10 Maggio con l’Opus Ballet, Philippe Talard e Laura Bandelloni.

L’11 maggio voglio che sia una giornata dedicata ai giovani sotto i 19 anni. In particolare i Giovani scrittori

Durante la giornata faremo una lettura dei racconti pervenuti e daremo libero spazio ai racconti di chiunque voglia venire a condividerlo dalle 15 alle 18 alla Residenza per anziani “Il Giglio”  per  collegare generazioni e favorirne l’incontro.

Per superare il deserto fra noi…

Contatti

esperimentodeserto@gmail.com

Il diritto alla nostalgia

Secondo Ospite speciale nel nostalgico #esperimentodeserto_Anteprima

RICCARDO VENTRELLA

 

“Il diritto alla nostalgia”

“Scusi, dovevo fare questo evento il 5 Aprile in Piazza Santissima Annunziata…Esperimento Deserto sì… su Buzzati sì… Dino sì… quello è Calvino… sì sì… le volevo dire… si sono sicuro si chiama Dino… … vorrei capire  se lo posso fare ancora… ah… addirittura impossibile… categorico…? No no io la capisco… non capisco in quanto essere umano pensante che io non possa andare in una piazza se non mi fanno un foglio… è normale… sì… sì… Lo so che lei mi viene incontro… e non c’entra niente… ma lei capisce che per me è una perdita non farlo… è già tutto fissato… Anche lei è fissato… ci potete trovare un altro luogo no?!?… (pausa)

Non è possibile farlo 2 giorni prima!? (sottovoce) Però eliminarlo 2 giorni prima sì eh?!? (a voce normale) Però scusi… sì… No, dicevo… però scusi 2 giorni prima… No dicevo… si sì… due giorni prima li potete cancellare… ma non li potete riorganizzare? (silenzio 5 secondi)… Sì sì… ma è ovvio… ho sbagliato io scusi… Ah non se ne occupa lei?!!? Mi da il numero…? … Va bene… ok…”

Chiamo 5 volte, ma non risponde nessuno… e quindi… pur di fare il Secondo Esperimento mio padre si offre. Si offre… Come al solito, nessuno glielo aveva chiesto e si è offerto… Come la mia nascita… i padri fanno o hanno fatto tutti così… insomma…

Sono in un bar in via Cavour… a Firenze

Sono in anticipo, mentre aspetto cerco di fare foto in stile “Voglio fare il fotografo da grande ed ho dai 12 ai 42 anni” (foto 1)

IMG_4181

Ho scazzato… fa cagare…

Ne tento una seconda… (foto 2)

IMG_4184

Bella… la metto su Instagram e conto i “Mi piace” così nel frattempo ho qualcosa da fare…

Ore 16.55 comincia ad aggirarsi qualcuno…

Non sono minimamente preoccupato e soprattutto minimamente interessato che venga qualcuno… Ed è bello ogni tanto non essere minimamente preoccupato che non venga nessuno… consiglio di provare…

Qualcuno si ferma, qualche amica mi fa delle domande… arriva un amico mi fa delle domande… mio padre mi fa delle domande… le cameriere del bar  mi fanno delle domande…

Arriva Riccardo e io non ho risposto a nessuna domanda… (foto 3 Riccardo Ventrella)

1

Panico…

Inizio quindi a farne a lui…

Mi metto la giacca…

Riccardo nei primi 30 secondi si definisce culturofono… facciamo la domanda classica anche se non l’ho mai fatta:

Qual è il tuo romanzo preferito?

Cheesecake e Caffè…

L’educazione sentimentale di Gustave Flaubert… questa volta non l’ho letto…

Sfrecciano motorini in area pedonale… “sfatiamo questa cosa del romanzo preferito… non è uno perchè chi legge ne ha tanti…”

“Da allora rispondevo sempre il succo all’albicocca” “Un classico….” ci rimango male…

“Mio babbo è un po’ democristiano…”

Il resto è in un video che potete chiedermi… e che conserverò… e che pubblicherò in parte…

il resto è materiale per avere almeno Il diritto alla nostalgia…

la raccolta materiale continua…

Alessio Martinoli

_MG_0043

_MG_0030

10015156_10152042298904786_1911955661_n

IMG_4179

nuova e definitiva brochure