In principio era il deserto

In principio era il deserto…

forse…

all’inizio non c’era nulla…  tanto che il nulla non era definito. Poi a un certo punto dopo un gran numero di novità è un numero imprecisato di miliardi di anni è arrivato il primogenito di una qualsiasi specie ed ha iniziato a pensare… a pensare che qualcosa si stava ripetendo… che non era unico…

la ripetizione intanto pensava di essere unica…

e a detta di tutti era anche più rigogliosa di quella che lo aveva preceduto… ma non era la prima… chi era venuto prima lo sapeva… tutta la comunità che era venuta prima lo sapeva che lei era la seconda… anche se era più rigogliosa sarebbe stata per sempre la seconda…

E venne inventato il passato…

Sarebbero dovuti morire tutti per dimenticare che lei era la seconda ad essere nata…

Ecco… io non so se la seconda pensò alla terza… o la quarta alla sesta… o cosa successe dopo… ma ora siamo qui…

E se in principio c’era il deserto… siamo meno di un millesimo di secondo rispetto all’Universo.

Alessio Martinoli

Quarto appuntamento oggi alle ore 18 alla Bibliotecanova Isolotto (Via Chiusi 4/3 A, Firenze) prosegue Esperimento Deserto. Dopo il “disarmo”, le “regole e il contesto”, “Autorità e autorevolezza” oggi affronteremo “Il deserto”.

ALESSIO MARTINOLI

Esperimento deserto si svilupperà in due percorsi paralleli

Il primo che partirà dalla Bibliotecanova avrà come obiettivo la creazione di un testo inedito basato sulle tematiche uscite dalla prima fase del progetto (3 Aprile – 11 Maggio 2014), e sul tema della Passione. Con questi 5 incontri il Laboratorio terminerà per ricominciare dalle 17 alle 19 del 22 Marzo 2015 all’interno della manifestazione Dove andiamo quando sogniamo?  al Teatro Cantiere Florida che curerò insieme a Giulia Aiazzi per Teatro Bō (orario 10-24). Gli obiettivi successivi saranno una serie di Residenze aperte e un debutto estivo.

Il secondo che comincerà a Gennaio e proseguirà a Febbraio con un Laboratorio (luogo da definire) ha come obiettivo la drammatizzazione di un’intervista e debutterà con un Primo studio il 22 Marzo 2015 alle ore 21 al Teatro Cantiere Florida all’interno della manifestazione Dove andiamo quando sogniamo? (orario 10-24).

Ci saranno inoltre nel Marzo 2015 delle Manifestazioni sullo scrittore Dino Buzzati che accompagneranno il lavoro. La proiezione del film Il deserto dei Tartari di Valerio Zurlini, e una lettura integrale del libro.

Il laboratorio è all’interno del Progetto Buzzati a cura di Giulia Aiazzi e Alessio Martinoli, un lavoro per le biblioteche che ruota attorno alla figura di Dino Buzzati. Negli spazi della Bibliotecanova abbiamo realizzato la conferenza Invito alla lettura di Dino Buzzati che invita alla lettura, lo spettacolo Un radiodramma liberamente tratto da Un Amore di Dino Buzzati e il Laboratorio “a partire da” La famosa invasione degli Orsi in Sicilia a cura di Giulia Aiazzi. 

INFO 055710834 / bibliotecanovaisolotto@comune.fi.it / bo.teatro@gmail.com / esperimentodeserto@gmail.com

Cantiere Futurarte 2014/2015 – Dicembre

CANTIERE FUTURARTE 2014/2015 presenta:

14 Dicembre (ore 21)_THE SPEAKEASY 23 (Via San Niccolò 23r, Firenze)

BESTIAIRE “La grande fuga”

INGRESSO GRATUITO

Un evento suscitato da Alessio Martinoli 
con la collaborazione di 
Andrea Lanzini nell’ambito di Cantiere Futurarte 2014/2015
info 
cantierefuturarte@gmail.com

Riprese video Alberto Brogi

CANTIERE FUTURARTE 2014/2015
Vogliamo mettere in relazione pub, discoteche, caffè, librerie, enoteche etc. della Toscana e artisti per trovare più spazi e per far emergere le attività sotterranee di qualità di Firenze e della Toscana alla ricerca di un pubblici possibili.

LA GRANDE FUGA

Uno spettacolo di e con Cristian Flore e Selene Framarin
Maschere di Matteo Destro , Selene Framarin, David Poznanter 

“Due vecchi, entrambi già sposati, si innamorano. E sognano di fuggire e risposarsi in segreto. Ma cosa direbbero di loro i rispettivi coniugi? Cosa direbbe la gente? Cosa direbbe Dio?
“La grande fuga” è una storia che ci fa ridere di riso amaro, nella quale nobiltà d’animo e meschinità, libertà e prigionia…amore e miseria vanno a braccetto.”

A Dicembre abbiamo messo in relazione:

Andrea Lanzini, 31 anni, attore e autore di Grosseto, fondatore dell’Associazione Labirinti Creativi APS di Prato. Il titolo della rappresentazione è un regalo che l’artista dedica a tutti noi, riproponendo per la serata brani tratti dal suo ultimo spettacolo “Non poteva certo finire bene” e per l’occasione anche alcuni dei suoi scritti inediti, come “Il burrone” e “Lo scrittore” recitati per la prima volta in questa occasione. La rappresentazione deve essere intesa come il continuo degli studi artistici portati avanti da Andrea che lo vedono indagatore della vita, degli stati d’animo, degli affetti e delle paure di un ragazzo contemporaneo. Lo stile della recitazione è quello della farsa giullaresca in chiave comica,

e Il duo Bestiaire, formato da Cristian Flore e Selene Framarin, prende forma dall’incontro dei due membri all’interno della Scuola internazionale di creazione teatrale @Helikos. Provenienti da contesti artistici diversi, abbiamo trovato un metodo comune di lavoro che si basa sull’insegnamento dell’attore-pedagogo Jacques Lecoq;

con lo Speakeasy 23 locale aperto lo scorso Luglio da quattro ragazzi fiorentini che si impegnano nella diffusione dell’arte in tutti i sui aspetti, dalla musica al teatro alle mostre d’arte affiancando una ricerca di prodotti eno-gastronomici selezionati e a buon prezzo; prestando attenzione a piccole aziende che hanno deciso di produrre a filiera corta e quindi con attenzione principalmente alla qualità. Durante la serata sarà possibile assaggiare alcuni prodotti dai taglieri allestiti per l’aperitivo per poi sedersi al tavolo e mangiare con taglieri di salumi formaggi e verdure accompagnati da buon vino o birra artigianale italiana…”,

e con il The Joshua Tree Pub nato a Firenze nel 1997. Da allora è sempre stato un punto di riferimento per giovani universitari di Firenze e fuori sede arrivati in città. Ottimo luogo d’incontro, grazie anche alla posizione favorevole e strategica del locale, situato dietro Santa Maria Novella, in via della scala 37/r. Il Joshua Propone una buona selezione di birre in un clima accogliente e tipicamente inglese. Il Joshua Tree pub è interessato alla nuova scena artistica ed ospita spesso presentazioni di libri di autori fiorentini e per la prima volta, anche uno spettacolo di teatro all’interno degli eventi di Cantiere Futurarte.

Eventi organizzati The Speakeasy 23, Firenze

30 Settembre 2014 ore 21.30 ANDREA LANZINI Ditelo in giro, ieri sera ho visto Andrea!

28 Ottobre 2014 ore 21.30 SIMONE CINELLI Il Viaggio acquatico e altre storie

25 Novembre 2014 DUCCIO RAFFAELLI Nikola Tesla – Il figlio della Tempesta

The Joshua Tree pub (Via della Scala 37, Firenze)

4 Dicembre 2014 –  ANDREA LANZINI Ditelo in giro, ieri sera ho visto Andrea! 

info cantierefuturarte@gmail.com / https://www.facebook.com/cantierefuturarte